Quali sono i materiali migliori per bicchieri e piatti usa e getta?

Una scelta possibile è rappresentata dalle agroplastiche (per esempio il Mater-bi, materbi.com) che sono fabbricate modificando chimicamente i polimeri vegetali come l’amido di mais o di patata. I materiali così ottenuti sono in genere biodegradabili. Una rassegna dei pochi studi che confrontano il loro ciclo di vita con quello delle plastiche derivate dal petrolio conclude che le agroplastiche ottenute dagli amidi vegetali possono ridurre tra il 20 e l’80 per cento il consumo di energia e le emissioni di gas serra rispetto al polietilene ottenuto dal petrolio (chimicaverde.it). Questi ecobilanci, però, sono rudimentali e incompleti. Basta modificare la scelta dei fattori presi in considerazione per cambiare il risultato finale. In ogni caso, usare più agroplastiche potrebbe essere un incentivo a migliorare la loro tecnologia e a stimolare la realizzazione di ecobilanci più affidabili.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi