Lo stato deve risarcire i cittadini danneggiati dalle aziende private?

Nel 1957 la casa farmaceutica tedesca Grünenthal mise in vendita un tranquillante (il Contergan) a base di tolidomide. Fu pubblicizzato come il sedativo migliore per le gestanti, senza controindicazioni per la madre e il bambino, atossico anche in dosi eccessive e prolungate. Invece una singola dose bastava a causare gravi malformazioni del feto: nel mondo nacquero diecimila bambini deformi. Quelli ancora vivi sono quasi metà e hanno bisogno di cure intensive, assistenza continua, case e mezzi di trasporto speciali. In Germania ricevono una pensione mensile tra i cento e i cinquecento euro. La Grünenthal è ancora florida. Nessuno fu condannato. Nel 1970 l’azienda se la cavò pagando un risarcimento di centodiecimilioni di marchi (cinquantasei milioni di euro). Altrettanto pagò lo stato. Finiti i soldi versati dalla casa farmaceutica, dal 1997 la modesta pensione dei danneggiati è a carico dei contribuenti tedeschi.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi