COMPLETATO
Donation : €59,167.53/ €59,167.53

Nel marzo 2009 il Madagascar è stato scosso da un colpo di Stato, che ha segnato il culmine di una crisi economico-sociale in corso già da tempo.

Regioni: Matsiatra Ambony, Amoron’nymania, Vatovavy Fitovinany
Provincia: Fianarantsoa
Inizio lavori: 4 maggio 2009
Termine lavori: 30 settembre 2011
Beneficiari diretti: circa 1.500
Beneficiari indiretti: circa 5.000
Beneficiari potenziali: circa 2.000.000
 

Scenario

Nel marzo 2009 il Madagascar è stato scosso da un colpo di Stato, che ha segnato il culmine di una crisi economico-sociale in corso già da tempo.

Tale situazione causa fenomeni speculativi che coinvolgono i beni primari di maggior consumo come riso, (importato dall’estero a prezzi maggiorati del 70%), latte e derivati (dati F.A.O.) e che aumentano il grado di povertà già esistente: circa il 75% della popolazione vive al di sotto della soglia di povertà (dati O.M.S. 2006). Nonostante i miglioramenti degli ultimi anni, il Madagascar rimane tra i paesi a più bassa copertura elettrica del mondo. Su 18 milioni (stimati) di abitanti, circa il 10% è collegato alla rete elettrica. A questo quadro si deve aggiungere la stagnazione del settore agricolo che costituisce uno dei fattori principali della degradazione economica e della persistenza della povertà: si stima che circa il 65% della popolazione malgascia non arrivi a soddisfare i bisogni nutrizionali minimi (dati O.M.S. 2006).

Il Regime instauratosi nel 2009 e tuttora al potere ha ridotto notevolmente il già limitato accesso all’ informazione causato dalla mancanza di vie di comunicazione, strade, ripetitori e ponti radio, analfabetismo diffuso per mancanza di accesso all’istruzione, in particolare nel mondo rurale. La classifica pubblicata da Reporter sans Frontiers ha registrato un drastico peggioramento della libertà di stampa ed espressione nel Madagascar, vedendola precipitare dal 65° al 116° posto (dati 2010).

Obiettivi

  • incremento delle possibilità di sfruttamento autonomo di energie rinnovabili
  • creazione di fonti di informazione ed aumento della sensibilizzazione e consapevolezza della popolazione sulla salvaguardia ambientale e sui diritti fondamentali dell’individuo
  • aumento delle capacità tecniche per applicare pratiche agricole sostenibili nell’ottica di una autonomia delle comunità

 
Obiettivi generali

  • il miglioramento della situazione di degrado socio-sanitario ed educativo e la riduzione dei livelli di emarginazione sociale degli abitanti della foresta nella circoscrizione di Masomanga;
  • coinvolgere gli enti governativi nel progetto, per far riconoscere a livello istituzionale le attività del centro e accedere, quindi, a sovvenzioni statali.

 
Obiettivi specifici

  • il recupero scolastico e l’avviamento al lavoro dei bambini e dei ragazzi della tribù dei Tanala che abitano nella foresta;
  • il miglioramento delle condizioni igienico-sanitarie della popolazione Tanala residente nella Circoscrizione di Masomanga, in particolare degli abitanti della foresta;
  • l’incremento della capacità produttiva autonoma della popolazione di Masomanga, in particolare degli abitanti della foresta;
  • la creazione di una cultura endogena della reintegrazione sociale e dello sviluppo autonomo;

 

Attività

  • realizzazione ed installazione di due impianti eolici auto costruiti a Ranomafana e di un impianto fotovoltaico a Befeta;
  • workshop di formazione : installazione e manutenzione impianti eolici e fotovoltaici;
  • informatica di base;
  • riprese e montaggio video;
  • tecniche di intervista, registrazione e montaggio audio;
  • corsi di formazione in campo agroalimentare ed artigianato, miglioramento delle tecniche di coltivazione ed allevamento;
  • studi di fattibilità e scelta dello scenario per la creazione ed installazione della Radio Comunitaria;
  • acquisto e spedizione impianti eolici e fotovoltaici per i centri civici di Ranomafana e Befeta e per il Centro Polifunzionale di Fianarantsoa.

 

Partner
Associazione Vanona Madagascar; Ingegneria Senza Frontiere sezioni di Roma, Firenze, Cosenza; Amisnet; Regione Lazio; Provincia di Lucca; Istituzione Centro NordSud Pisa, Centro Nazionale del Volontariato Lucca, Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, Fondazione Monte dei Paschi di Siena, Oto Mills Reggio Emilia, Iside srl Reggio Emilia, Apogea Italia, Fe.Di.Ma.Gi. srl Pisa.


 

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi