Sovranità alimentare

Uno degli obiettivi principali dell’Associazione Vanona è garantire
la sovranità alimentare. Campagne di informazione per gli aspetti sanitari legati all’alimentazione, corsi di formazione per il miglioramento delle tecniche agricole e allevamento, realizzazione di campi e granai comunitari, finanziamenti di piccole attività con il microcredito, costruzione di mense polifunzionali, acquisto di mezzi di trasporto ed utensili agricoli tradizionali.

Uno degli obiettivi principali dell’Associazione Vanona è garantire la sovranità alimentare, diversamente dalla maggior parte degli interventi di cooperazione che investono per la sicurezza alimentare.

La differenza è notevole e parte dal significato delle parole utilizzate per estendersi di conseguenza alle azioni proposte.

La “ sicurezza alimentare” ha l’obiettivo di “assicurare” l’alimentazione, il cibo alle popolazioni indigenti, spesso con prodotti finiti forniti gratuitamente senza preoccuparsi in molti casi della provenienza, della modalità di produzione e della qualità , concentrandosi soprattutto sulla quantità. La “sicurezza alimentare” in molti casi è fine a se stessa e crea dipendenza.

La “ sovranità alimentare” per Mangwana e Vanona significa che tutto ciò che riguarda l’alimentazione è sovrano , al di sopra di tutto, merita rispetto ed attenzione, e le popolazioni al tempo stesso possono essere protagoniste e sovrane nella modalità di alimentarsi, a partire da una produzione in sintonia con la natura per finire con la scelta dei migliori alimenti, la loro trasformazione e conservazione. La “sovranità alimentare” crea un circolo virtuoso, autonomia ed indipendenza.

Continuando con il gioco di parole si potrebbe dire che lo strumento “principe”per promuovere la sovranità alimentare è il microcredito. Mangwana e Vanona permettono ai gruppi beneficiari del progetto ( mai singoli ) attività agricole , di allevamento ed artigianato senza utilizzo di denaro, il prestito consiste in materie prime e la restituzione in prodotti dello stesso valore.

Un’altra attività simile è la creazione di granai comunitari per lo stoccaggio di riso, granturco, arachidi e cereali; la produzione invece di essere venduta al mercato, viene acquistata simbolicamente da Vanona, sei mesi più tardi le famiglie vendono realmente i prodotti al mercato ad un prezzo superiore, restituendo la quota anticipata da Vanona. Questa attività permette ai partecipanti di avere la stessa liquidità di denaro nelle stagioni del raccolto, restando al tempo stesso in possesso dei prodotti fino all’aumento dei prezzi. ( esempio una Kapoaka di riso ad aprile costa 300 Ariary, a dicembre 400 Ariary, il granturco 400 ariary e sei mesi dopo 800 ariary ).

L’intervento più importante in questo settore è la realizzazione di un sito in cui fare formazione e sperimentazione, lo abbiamo denominato il “Villaggio solidale” di Masomanga, oltre 10 ettari di terreno situato nella foresta al confine del Parco nazionale di Ranomafana. Le principali attività svolte sono la costruzione di case di accoglienza, un centro di educazione e formazione, due ecobungalow , sperimentazione di nuove tecniche agricole, permacoltura, rimboschimento, studio di piante officinali, allevamento.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni...

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi